Cuore Antico
Milano vanta un patrimonio artistico unico al mondo di cui l'Ultima Cena di Leonardo è solo il capolavoro più conosciuto.

Una storia lunga oltre 2.400 anni con una ricca eredità: resti archeologici, basiliche romane, mosaici paleocristiani, cattedrali gotiche, monumenti liberty e musei di rilevanza mondiale che conservano opere d'arte come le sculture di Michelangelo e le tele di Picasso.

E non preoccupatevi se avete poco tempo, perché la più bella sorpresa di Milano è l'incredibile numero di attrazioni custodite nel piccolo centro storico. Tutto può essere raggiunto a piedi percorrendo romantiche vie acciottolate.

 
Duomo
Il Duomo è la chiesa simbolo della città. Interamente costruito in marmo di Candoglia, fu iniziato nel 1386 e terminato dopo sei secoli, nel 1966. E' affascinante per la sua imponente struttura, per la decorazione scolpita, con più di 3400 statue e per le splendide vetrate. La grandiosa mole dell'edificio è sormontata da 135 guglie e coronata dalla guglia maggiore con la famosa Madonnina.
 
 
L'Ultima Cena
Il restauro dell'affresco è stato appena terminato dopo molti anni di grande lavoro. Le tecniche innovative utilizzate da Leonardo hanno infatti causato seri problemi conservativi. L'Unesco ha proclamato L'Ultima Cena patrimonio mondiale dell'umanità.
 
 
Pinacoteca di Brera
Una galleria nazionale tra le più famose del mondo. Capolavori della pittura italiana dal XIV al XX secolo. Fra questi: la "Pala di Urbino" di Piero della Francesca, lo "Sposalizio della Vergine" di Raffaello, il "Cristo Morto" di Andrea Mantegna, la "Pietà" di Giovanni Bellini, il "Cristo alla Colonna" del Bramante, la "Cena di Emmaus" del Caravaggio.
 
 
Castello Sforzesco
Iniziato alla fine del 1400, la fronte del Castello è dominata dalla torre del Filarete. All’interno la Rocchetta - dove i castellani si ritiravano nei momenti di pericolo - fu disegnata dal Bramante e custodisce la sala del tesoro. La residenza abituale dei castellani era la cosiddetta Corte Ducale, un susseguirsi di sale riccamente affrescate e decorate. Un cenno merita la "Sala delle Assi", opera milanese di Leonardo.
 
 
Sant'Ambrogio
Basilica simbolo di Milano, la cui storia si confonde con quella della città. Fu eretta nel 379 e consacrata nel 387, per volere di Sant'Ambrogio, patrono di Milano, nominato vescovo il 7 dicembre 373, giorno tuttora di festa nel capoluogo lombardo. Capolavoro assoluto dell'architettura romanica medioevale, conserva ancora i magnifici mosaici paleocristiani.
 
 
San Lorenzo
La basilica è la più antica testimonianza della Milano romana e paleocristiana (IV sec.) giunta sino a oggi praticamente integra. La facciata, circondata da 16 colonne corinzie del 3 secolo, con al centro la statua in bronzo dell'Imperatore Costantino, è coronata dalla maestosa cupola tardo cinquecentesca a otto spicchi, la più grande di Milano. All'interno mosaici risalenti al IV secolo.
 
 
Santa Maria delle Grazie
Costruita alla fine del 1400 in stile gotico, venne terminata dal genio del Bramante che ricostruì la zona absidale lasciando il segno della propria arte nella grandiosa Tribuna, esempio di architettura spaziale del Rinascimento. Insieme ad altri due gioielli: il Chiostro e la Sagrestia Vecchia. Nel refettorio dell’antico convento domenicano, Leonardo realizzò, su una delle pareti, la celebre "Cena".
 
 
Palazzi Liberty
Palazzo Berri Meregalli. Edificio dall'aspetto sorprendente, con una ricca decorazione scolpita, affrescata e arricchita da ferri battuti, è un esempio di tardo Liberty, realizzato nel 1913 dall'architetto Giulio Ulisse Arata.
 
 

Hotel & Accommodation